Gallerie Fotografiche Edizione 2017

pubblicato in: Senza categoria | 0

a questo indirizzo  potrete trovare gli scatti della terza edizione del Guastalla Buskers Festival,

così anche chi si fosse perso l’esibizione di qualche artista potrà recuperarla, e per questo

ringraziamo i nostri fotografi:

Angelucci Luca, Ciancetta Davide, Ferrarini Valerio, Zani Ivan

 

Grazie a tutti ed arrivederci alla prossima edizione!

Le Cikale “Hostress di scena”

pubblicato in: Senza categoria | 0

Spettacolo itinerante ed eclettico

 

Clown, canto e comicità in musica. Le vedrete girare per le vie di
Guastalla, con la loro divisa da Hostress, la loro missione è rendere
il vostro viaggio, qualsiasi esso sia, piacevole e soprattutto
musicale. Mettetevi comodi, pensano a tutto loro. Hanno una
colonna sonora per ogni occasione, rigorosamente a cappella.
Hostress di scena è uno spettacolo di Rita Pelusio, interpretato
da Le Cikale (Anna Marcato, Sara Righetto, Beatrice Niero).
Folli, divertenti, musicali e piene di sorprese le Hostress vi
faranno viaggiare in allegria! Si parte!

No Funny Stuff

pubblicato in: Senza categoria | 0

Jug band di country, blues, swing

 

Una miscela esplosiva di
Country Blues, Ragtime, Early
Swing anni ’20/’30, Vaudeville,
Bluegrass e Skiffle: arrivano i
No Funny Stuff! Preparatevi a
vedere strani strumenti come
l’ukulattina, il trombinaffiatoio,
il washboard, il basso segnale
stradale e molti altri: tutti fatti in
casa con contenitori di fortuna,
manici di scopa, seghe, assi
per lavare i panni, pentole, lattine, innaffiatoi da giardino e quant’altro e tutti a km 0,
come li definiscono i No Funny Stuff. Questa band italo-americana ci farà fare un vero
e proprio viaggio nel tempo, proiettandoci nei primi anni del XX secolo, quando, negli
USA spopolavano le cosiddètte jug band: suonatori, spesso afro-americani, di strumenti
autocostruiti. La scaletta si compone di pezzi originali, Hokum e reefer blues degli anni’20
reinterpretati con un tocco di modernità e brani pop e rock moderni stravolti negli
arrangiamenti e riportati indietro nel tempo con un suono retrò.

Mister David

pubblicato in: Senza categoria | 0

Spettacolo di magia

 

Evasioni da catene, camicie di forza, lucchetti e manette,
manipolazioni di carte, monete, corde e giochi con cappelli
colorati, insomma Mister David è un talento vulcanico e sempre
alla ricerca di nuovi trucchi che lasciano tutti senza parole!
La stampa lo definisce l’Houdinì del circo e il suo talento gli è valso
il prestigioso premio di “Campione del mondo di street magic” nel
2013. Vero protagonista di numerosi festival di arte strada, ha fatto
parte anche del cast di BRACHETTI and HIS friends, spettacolo
teatrale dedicato alla magia e capitanato da Arturo Brachetti,
affascinando il pubblico con i suoi tanti numeri. Davide Demasi,
in arte Mister David, ritorna a Guastalla con numeri di magia,
illusionismo ed escapologia, tutti assolutamente da non perdere!

Bandaradàn

pubblicato in: Senza categoria | 0

Cabaret Musicale

 

Ritornano al Guastalla Buskers Festival a grande richiesta i Bandaradàn, il cabaret
musicale con ritmi klezmer, balcanici, inframmezzati da gag esilaranti. La piccola
orchestra di zingari dai ritmi zoppi, giocolieri di pentagrammi, funamboli della
nota puntata, corteggiatori dell’apparato uditivo vi farà ridere, ballare e divertire
anche in questa edizione. I Bandaradàn nascono nel 2002 a Torino dall’incontro
di musicisti provenienti da esperienze molto diverse, ma accomunati dal desiderio
di suonare in strada, liberamente. La formazione strumentale è composta da
sassofono tenore, fisarmonica, flicorno baritono (comunemente detto bombardino)
e dawul (o grancassa ottomana). Nei loro spettacoli da strada fondono mimo e
suono, ispirandosi alla corrente musicomica del r-umorismo, ideata nei primi anni
settanta dagli argentini Les Luthiers.

Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar

pubblicato in: Senza categoria | 0

Balkan & Gipsy band

 

Quando la Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar inizia
a suonare, il palcoscenico d’improvviso scompare
e sembra di essere sbalzati in una coloratissima
atmosfera, degna delle migliori feste gitane, con i
musici che danno il ritmo e il pubblico tutto intorno che incalza al passo di una danza irresistibile e sfrenata. Una band
italianissima, ma dal vero spirito gypsy, che sa trasformare doti e talento musicale in energia e divertimento. Il repertorio è
basato sulla discografia originale di Eusebio Martinelli, leader e fondatore del gruppo, e comprende inoltre alcune tra le più
celebri colonne sonore dei film di Emir Kusturica e Quentin Tarantino. Il ritmo, invece, è decisamente balkanico. Il curriculum,
poi, è di tutto rispetto: Eusebio Martinelli ha collaborato con Vinicio Capossela, Negramaro, Roy Paci, Marc Ribot e molti altri
ed ha aperto numerosi concerti di Goran Bregovic. Perciò, si aprano le danze: arriva l’Eusebio Martinelli Gyspy Orkestar!

 

Nicola Pesaresi

pubblicato in: Senza categoria | 0

Ventriloquo

 

Cominciamo dalla fine, da quando, dopo gli applausi scrosciantiil pubblico comincia
a disperdersi. È in quel momento che si cominciano a sentire i commenti. E non
solo gli apprezzamenti degli adulti, che, diciamoci la verità, sono un po’ scontati,
perchè Nicola Pesaresi è un ventriloquo di grandissima esperienza ed innegabile
bravura. Sono i commenti dei bambini che dovete sentire, prima di tutto perché vi
daranno veramente idea di che cosa sia uno spettacolo di questo artista. Sentirete
discorsi del genere: “Mamma no, non hai ragione tu, Isotta la scimmietta è
vera” oppure “Ma insomma basta papà, basta dire che è lui che parla, non
vedevi che la bocca era chiusa?” e ancora “Ma nooooo, ma cosa
dici, è vera, è vera”. Non è solo grazie al ventriloquismo, il fatto è che
i personaggi di Nicola Pesaresi hanno tutti la loro personalità, il loro
carattere ben preciso, pregi e difetti. Isotta è una scimmietta molto
monella; poi c’è Ettore, un cane scorbutico; Lillo il coccodrillo
goloso, che si mangerebbe volentieri il suo addestratore
e poi c’é Ionito, simpatico e stralunato. Nicola
Pesaresi ha creato dei personaggi così originali
da sembrarci veri, così buffi da innamorarcene,
così vivi che tutto sommato non ci crediamo mica che siano solo peluche.

Parola Bianca “Crystal Wings”

pubblicato in: Senza categoria | 0

Spettacolo itinerante

 

Poesia, trampoli e costumi da favola, per uno spettacolo
sofisticato ed elegante. Crystal Wings (Ali di cristallo), è
un’immagine poetica ed allo stesso tempo futuristica e darne
una definizione precisa è compito arduo, perché mutevole e
polimorfa è la loro natura. Le pompose gonne dei ballerini sono
corolle di fiori o forse spugne marine e le grandi ali fluttuanti,
dapprima stelle, diventano farfalle lunari e vorticose. Insomma,
un immaginario evocativo e poeticamente evocato dal gruppo
di ParolaBianca (ideatrice del progetto), in cui i costumi da
favola e una danza leggiadra, luminosa ed elegante, rapisce
l’attenzione lasciando tutti senza fiato.